*βeta!

Websapienza.org

webdesign, tecnologia e comunicazione

Segnalazioni e garbate polemiche

Riepilogo dei temi e degli argomenti trattati questo mese sul blog

L'annuncio - poi rientrato - di oscurare i dati sul terremoto pubblicati dall'Istituto Nazionale di Geologia e Vulcanologia ci ha permesso di introdurre la questione della pubblicità dei dati e il loro utilizzo. Avvalendoci di commenti autorevoli

Abbiamo segnalato un'applicazione per Infostud per Iphone e Ipod non legata alla Sapienza. La prima del genere.

ItaliaOggi si occupa di Unitelma Sapienza anticipando un articolo del settimanale CampusPro.

L'articolo ricostruisce la vicenda di Unitelma-Sapienza, l'università telematica che ha firmato accordi societari con il Formez e con la Sapienza. Secondo l'articolo, la Sapienza potrebbe incentivare i fuoricorso a transitare nei ranghi telematici. Il post pubblicato sul nostro blog con il link all'articolo di ItaliaOggi.

Altra citazione del mese è per un sito di una giovane webdesigner che fa un'analisi di alcuni siti universitari. Tra questi, il sito di uniroma1 giudicato accessibile.

La definizione di Beta perpetual - dopo alcune polemiche sul sito del giornale di lettere e filosofia - aveva bisogno di una precisazione. Inoltre abbiamo segnalato una nuova linea di sviluppo dell'Università di Bologna unibo beta. Una buona idea che potrebbe essere ripresa anche dalla nostra università.

Il blog websapienza ha - tra i suoi scopi - quello di evidenziare lettere e posizioni che 'girano' sul web. Non potevamo ignorare una lettera del prof. Armando Gnisci che decideva di andare in pensione e decideva di rivolgersi ai "cari studenti". Una testimonianza importante e drammatica dello stato dell'università.

A lezione, nei seminari, nelle riunioni di lavoro sopportiamo presentazioni in Power Point spesso mortalmente noiose e per niente efficaci. Tutti i contributi - come questo simpatico video - che tendono a illustrare un modo nuovo per presentare i propri argomenti sono da diffondere. E noi lo abbiamo fatto volentieri.

Segnalata una ricerca su Twitter per verificare scientificamente le dinamiche di diffusione.

L'ultima post è dedicato alle doparie, un sistema per consultazioni politiche rivolte agli elettori. Il portavoce del movimento ci ha dedicato attenzione e ha condotto con noi una garbata e interessante polemica. Purtroppo i promotori dell'iniziativa pubblica alla Sapienza (la Fabbrica di Nichi Sapienza e la Cgil) non ci hanno fatto pervenire opinioni sull'argomento.