*βeta!

Websapienza.org

webdesign, tecnologia e comunicazione

Assolvere un compito

Il 14 aprile è stato presentato il nuovo portale della Sapienza. Il prof. Morcellini ha definito la giornata 'storica'. Indubbiamente, oltre al giusto omaggio alla retorica, c'era in quella presentazione e negli interventi dei relatori, toni e argomenti nuovi che vanno oltre lo specifico di un normale restyling di un sito universitario.

Anzitutto la centralità degli utenti nella progettazione, la consapevolezza di una ricerca di una capacità comunicativa nuova e la trasformazione dei processi lavorativi dentro l'università

Ci siamo chiesti quale possa essere stato il contributo di websapienza in questo processo di cambiamento. I nostri 379 articoli (scritti da vari autori), le 32.259 visite al nostro blog e al nostro sito, i 323 commenti dei nostri lettori, possono aver dato un contributo? La domanda non risulti presuntuosa. Le innovazioni, i cambi di mentalità e di capacità comunicativa si alimentano se c'è un ambiente pronto ad accoglierlo. Noi abbiamo fatto la nostra parte. Non solo noi naturalmente.

Vogliamo darvi un piccolo esempio. Se scorrete il blog è arrivate ad un articolo scritto l'8 maggio 2009 (esattamente 2 anni prima della data del rilascio del nuovo portale!) leggerete un'analisi dal significativo titolo: Dal basso e dall'alto.

Nell'articolo elencavamo alcuni elementi: l'interesse suscitato da un nostro post sulla progettazione dei siti (uno dei più commentati), i corsi di alfabetizzazione web, il progetto dei template promossi dall'ufficio stampa e la realizzazione di un template Joomla da parte di un dipartimento.

Intuivamo che tutti questi segnali avevano bisogno di 'collegarsi' tra loro, dovevano trovare un imprimatur dall'alto per poter diventare 'massa critica'. Concludevamo:

Rimane l’intervento dall’alto in cui i responsabili ICT e quelli della comunicazione si facciano carico di un progetto condiviso. Aspettiamo segnali.

E i segnali sono arrivati. Il Direttore generale ha costituito un gruppo di lavoro e un decreto rettorale ha composto un comitato web presieduto dal Prof. Morcellini. Al Cineca è stato commissionata la progettazione del portale e in tempi veloci è stato sviluppato il nuovo sito.

Abbiamo forse 'ispirato' le decisioni dell'ateneo? No, naturalmente. Abbiamo semplicemente interpretato le tendenze e le necessità del web della Sapienza. Il resto (e il merito) va tutto alla lungimiranza delle autorità accademiche e amministrative e alla bravura dei colleghi che in tempi di record hanno realizzato un tassello importante della ristrutturazione dei servizi web.

Abbiamo assolto il compito di rappresentare la voce e le idee degli utenti 'avanzati', quelli cioè che utilizzano gli strumenti sociali per dialogare tra loro e con l'istituzione. Abbiamo cercato di assolvere una funzione di servizio (trascrizione dell'intervento del prof. Morcellini), di dialogo (intervista al webmaster d'ateneo Riccardo Tacconi) e abbiamo dato il nostro contributo al questionario sul nuovo portale proposto dal team di progetto.

Nei prossimi mesi seguiremo lo sviluppo del web della Sapienza e cercheremo di capire se e come contribuire con le nostre riflessioni e le nostre critiche. Dovremmo anche riflettere sulle nuove fasi aperte (e annunciate): pubblicazione del nuovo portale, omogeneizzazione dei siti delle strutture e avvio del cosidetto "portale a servizi". Già da ora pensiamo che sarà fondamentale l'adesione delle persone che fanno funzionare la macchina universitaria. Per questo il primo articolo sul nuovo portale lo abbiamo dedicato all'amministrazione

Alle persone che gestiscono e mantengono i servizi, la burocrazia insomma. È sulla loro capacità di accogliere l'innovazione, di cambiare modalità di lavoro, di confrontarsi con nuovi doveri e nuovi diritti che si gioca la partita

Altri articoli del mese di aprile