*βeta!

Websapienza.org

webdesign, tecnologia e comunicazione

Riflessioni - Il dominio della comunicazione

Osservatorio - Assistenza: teorie e pratiche

Indice
Riflessioni
Vantaggi e svantaggi
Problem solving team
Centralità dei servizi IT
Spinta della tecnologia
Problema del lock-in
Le gerarchie servono ancora?
Ricapitolando
Trasparenza e pubblicità
Misurare e classificare
Il dominio della comunicazione
Strategia comunicativa
Trasferimento di conoscenza e forza del gruppo
Proposta pratica
Tutte le pagine

Le attività legate alla trasparenza e alla pubblicità appartengono al dominio della comunicazione. Comunicare è un'attività complessa ed è una professionalità distinta da quella del manager, del programmatore o dell'operatore di help desk e di assistenza. In questi anni abbiamo visto trasformare il ruolo della Comunicazione da semplice collettore per la stampa (comunicati, rassegna stampa, organizzazione delle conferenze stampa) a centri in grado di stabilire relazioni con vari media (tradizionali e social) e principali attori della comunicazione interna. Questo crea un problema: come è possibile provare a comunicare senza avere le professionalità adeguate? Anzitutto occorre che chi si occupa professionalmente di comunicazione (uffici stampa, media manager, urp eccetera) stiano dentro il "ciclo di sviluppo" insieme ai progettisti e i loro utenti. La loro funzione potrebbe essere quella di aiutare a gestire il dialogo con gli utenti e formare i tecnici e i manager nell'arte della comunicazione. Naturalmente, l'intervento dei comunicatori non deve essere presente e pressante e potrebbe intervenire solo nella gestione delle crisi oppure in passaggi particolarmente delicati. Il ruolo più interessante e utile per una struttura di comunicazione potrebbe essere quello di aiutare i vari settori e i vari uffici a definire una "strategia comunicativa". Bisogna intendersi sul significato da dare al termine strategia. Partiamo dal vecchio assioma preso in prestito dalla psicologia relazionale: è impossibile non comunicare. Applicando il principio alle organizzazioni, l'affermazione "questa struttura (istituzione, ripartizione, centro eccetera) non comunica con i suoi utenti" non ha molto senso. L'organizzazione comunica: il punto è quello di individuare il 'come'. Naturalmente - se un gruppo o un settore non ha strutture e persone preposte alla comunicazione, se non ragiona su questo non significa che non comunica. Significa soltanto che è più difficile individuare la sua strategia e ancora più difficile cambiarla.



Scritto da Francesco Carnera